Aree di intervento


Qui di seguito sono elencate le principali le principali aree di intervento di cui mi occupo in sede di psicoterapia e psicoanalisi.


Adolescenza

L’adolescenza è una fase di transizione, una fase di passaggio dallo status di bambino a quello di giovane adulto, che come tale prevede continui cambiamenti, che dall’esterno vengono spesso scambiati per volubilità, instabilità e squilibrio.

L’adolescente vive una profonda rivoluzione interna ed esterna, cambia il modo di rapportarsi al corpo, ai genitori, agli adulti, ai coetanei, alla società e questi cambiamenti richiedono la presenza di un contesto familiare che, oltre a svolgere una funzione contenitiva, ha anche lo scopo di aiutare il giovane a costruire la propria identità e i propri valori.

Quando questo non avviene, possono manifestarsi nell’adolescente: per approfondire…

Attacchi di panico

Gli attacchi di panico sono episodi acuti d’ansia, caratterizzati da tensione emotiva e terrore intollerabile che ostacola un’adeguata organizzazione del pensiero e dell’azione.

Gli attacchi sono rapidi e sconvolgenti, e la persona può provare terrore, palpitazioni, sudorazione, formicolii, vertigini, sensazione di soffocamento,respiro affannoso,  sensazione di stare per impazzire, di morte imminente e paura di perdere completamente il controllo.

Una crisi di panico può esprimere un’intensa reazione emotiva che si riferisce o a un pericolo reale o a tensioni interne avvertite come minacciose, ma di cui il soggetto non è consapevole.

Per chi ne soffre, gli attacchi di panico si presentano “come un fulmine a ciel sereno” che lascia dietro di sé stordimento e terrore che l’esperienza si possa ripetere, senza sapere quando e senza poterne riconoscere le cause. Per approfondire…

Depressione

La Depressione, o melanconia, è un’alterazione del tono dell’umore verso forme di tristezza profonda con riduzione dell’autostima e bisogno di autopunizione.

Possiamo distinguere tra: per approfondire…

Anoressia

L’anoressia è caratterizzata dalla perdita totale o parziale dell’appetito.

Frequente in bambini iperprotetti, questo sintomo rappresenta talvolta un modo per esprimere ostilità nei confronti di genitori che rifiutano la loro autonomia e indipendenza.

Nell’ambito delle anoressie ha un particolare rilievo l’anoressia mentale che è uno stato patologico che insorge in giovani donne per conflitti di tipo emotivo, i più comuni dei quali riguardano l’accettazione del proprio ruolo femminile, e per conflitti psicologici maturati all’interno del nucleo familiare e in particolare con la figura della madre. Per approfondire…

Bulimia

Impulso irresistibile al cibo a cui il soggetto risponde con una sovralimentazione continua.

Nella bulimia si instaura una dipendenza dal cibo come quella dalla droga e dall’alcool. La sensazione soggettiva è quella di “un pozzo buio e profondo da riempire”: si tratta di un vuoto soggettivo incolmabile, disperato, che si cerca di riempire attraverso l’assunzione di quantità eccessive di cibo.

La vita si svolge mangiando, in una sensazione di totale perdita di controllo, e vomitando incessantemente. Il senso di colpa è devastante e lascia la persona in un circolo vizioso senza fine. Per approfondire…

Tossicodipendenza

La tradizione di ricerca ed intervento in ambito psicologico sul problema tossicodipendenze è sicuramente una delle più grandi sfide dei nostri tempi.La grandissima diffusione delle sostanze stupefacenti tra i giovani e non, che caratterizza la società moderna, ha radici molto profonde e spesso sfugge alla comprensione profonda delle persone, le quali tendono ad identificare il “drogato” con una precisa tipologia di persona, ovvero quella dipendente da eroina.

In realtà molte sostanze causano dipendenza, fra le più diffuse vi sono la cocaina, l’eroina, il tabacco e l’alcool.La dipendenza, nei suoi effetti e sotto il profilo pratico dell’astinenza, può essere biologica (se la mancata assunzione della sostanza provoca effetti fisici sull’organismo) o psicologica (se la mancanza della sostanza provoca alterazioni umorali, caratteriali e relazionali), o può riguardare entrambi gli effetti. Per approfondire…

Dipendenza da gioco

La dipendenza da gioco o  gioco d’azzardo patologico è considerata una vera e propria forma di dipendenza senza droga. Il D.S.M. IV (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) propone i seguenti criteri diagnostici per il “comportamento maladattivo legato al gioco d’azzardo”, e devono essere presenti almeno 4 dei sintomi seguenti: per approfondire…

Disturbi della sfera sessuale

La sessualità rappresenta un aspetto molto importante nella vita di una coppia. Essa, infatti, non si riduce ad un semplice atto, ma veicola gioco, emozioni, comunicazione, fiducia, scambio di piacere, intimità.

Una buona espressione della sessualità, quindi, fornisce un grande contributo all’armonia della relazione e al benessere psicologico della coppia e di ciascuno dei due partner.

In una relazione affettiva importante, la sessualità è influenzata da diversi fattori: per approfondire…